Opzione 30 percento che cosè

Si ricorda che per gli assicurati dopo il o per coloro che esercitano l' opzione per il sistema contributivo c'è un massimale contributivo oltre il quale non si pagano i contributi il valore è pari a circa mila euro annui.

opzione 30 percento che cosè

Per aiutare i lettori a comprendere questa novità facciamo un esempio pratico. Prendiamo una lavoratrice dipendente che ha iniziato a lavorare nelche quindi ha l'intero assegno calcolato con il sistema contributivo, e che nel decide di andare in pensione con il trattamento di vecchiaia, mettiamo conto a 66 anni.

Come si vede nella tavola sottostante il montante versato deve essere rivalutato per il relativo coefficiente di capitalizzazione al 31 dicembre di ogni anno con esclusione della contribuzione versata nell'anno stesso in cui si opera la rivalutazione.

Si ricorda che l'ultimo anno di contribuzione non deve essere rivalutato. I coefficienti vengono diffusi ogni anno dall'Istat e dal Ministero del Lavoro e l'ultimo valore disponibile, relativo ad una pensione che ha decorrenza nelè stato comunicato ad inizio anno.

opzione 30 percento che cosè

E questo si riverbera inevitabilmente sulla pensione, soprattutto dei giovani, dato che il montante resterà in sostanza al palo. A questo punto, per tradurlo in rendita pensionistica, basta moltiplicare tale cifra per il coefficiente di trasformazione legato all'età anagrafica in cui si esce. Quindi:

opzione 30 percento che cosè

Leggi anche